il gatto venuto dal cielo - takashi

Se un gatto venisse dal cielo

“Chibi aveva tutto il pelo dritto, tanto che sembrava le fosse cresciuta una pinna dorsale sulla schiena. La coda era gonfia come quella di un procione.”

C’è un gatto davvero, una micina per la precisione, ne “Il gatto venuto dal cielo” di Hiraide Takashi (ed. Einaudi), un libro di cui non si può dire niente, perché qualsiasi cosa è un po’ troppo e si rischierebbe forse di rompere quella sensazione lì, che vibra dentro a chi legge avendo vissuto una storia di gatti almeno una volta nella vita.

Non so come ci riesce Takashi. Sembra non raccontare niente, descrivere un sacco e poi ti ritrovi in poche pagine a sentire benissimo quel che capita all’io narrante.

Continua a leggere

Annunci