dimmi-che-credi-al-destino

Dimmi che credi al destino

Qualche settimana fa, andando da qualche parte, ho visto i portici della libreria Mondadori di Vercelli pieni di signore e ragazze in attesa. Mi sono avvicinata alla vetrina, ho letto la locandina e ho cercato un posticino dove sedermi.

Come perdersi una presentazione di Luca Bianchini? Come perdersi l’occasione di vederlo dal vivo?

Per un bel po’ di tempo la sua voce mi ha fatto compagnia ascoltando “Colazione da Tiffany” su Radio2. Mi sono accorta che mi mancava solo quando quella trasmissione è finita.

L’ho ritrovato poi nelle pagine di Vanity Fair (“Se vuoi fare politica leggiti ogni tanto Vanity Fair” mi consigliò un suo assiduo acquirente che all’epoca ne aveva tratto assai beneficio) ed era sempre lui, sulla carta come alla radio: nel suo piccolo un mix di coraggio, buon cuore e ottimismo.

Continua a leggere

Annunci